Bacini e pernacchie

Il primo bacio non si scorda mai. Ma il primo bacino-pernacchia?

L'amore dei bambini - riflessioni sull'amore

Zia, sei innamorata?

Sì.

E di chi?

Di un bambino molto bello.

Come si chiama?

Come te.

 

Sono io?

No.

Perché no?

Perché tu hai già la fidanzata.

 

La Lolli!

La Lolli.

 

E quand’è che vi sposate?

Non è un po’ presto?

La mamma e il papà sono sposati.

E tu e la Lolli siete sposati?

 

No.

E allora come hai fatto a farle capire che ti piaceva?

Ci siamo baciati!

 

– spalanco la bocca –

 

Sulla bocca?

Sì!

Sulla bocca?

Sì.

Sulla bocca o sulla guancia?

– ride –

Sulla guancia.

Allora basta dare un bacino sulla guancia per innamorarsi?

Ma nno!

No?

 

No.

E come si fa a capire se si è innamorati?

Con la poesia!

Quale poesia?

La poesia degli innamorati.

Non la conosco.

Io sì!

L’hai dedicata alla Lolli?

 

Sì.

 

La reciti anche per me?

 

– nasconde la faccia nel cuscino –

 

Mi vuoi meno bene che alla Lolli?

No.

Allora mi devi recitare la poesia degli innamorati. Così poi la posso dire anche io.

Ok.

 

– si alza –

 

E’ arrivata una grande stella

con la sua coda è la più bella.

Vola e si posa su una capanna

dove c’è un bimbo che fa la nanna.

Il suo nome è…

 

Mi sembra un po’ strana questa poesia degli innamorati. Sei sicuro?

Sì.

Funziona?

Sì.

Ok. Allora la prossima volta che lo vedo gli recito la poesia degli innamorati. E poi?

E poi gli dai un bacino.

Un bacino sulla guancia?

Sì.

Così?

 

– Mi avvicino, faccio finta di baciarlo ma poi all’ultimo faccio una pernacchia –

– Ride –

 

Ma zia! Non è a me che devi dare i bacini pernacchia!

Ah no?

No!

E a chi li do, allora?

A lui.

 

Ok. La prossima volta che lo vedo solo baci pernacchietta, giurin giuretto.

 


<- Vai al primo Capitolo     Capitolo successivo ->